Ci sono alcune specie di animali che incutono timore , nella savana il leone, nei boschi i lupi, in acqua gli squali e il pianeta terra è coperto per oltre il 70% da mari e oceani.

La paura degli squali è così diffusa da meritarsi anche un nome “Selacofobia”( selachios = cartilagineo in greco antico ) e sembra che sia un problema anche per personaggi di spicco come Brad Pitt e Justin Timberlake! Come tante altre fobie la Selacofobia può procurare: aumento della frequenza cardiaca, di quella respiratoria, vertigini, sudorazione etc etc. Per quanto riguarda le cause di questo disturbo basta una rapida ricerca su google per farsi un idea e vi confermo in anticipo che il film “lo squalo” di Spielberg apparirà un po’ ovunque.

La realtà è molto diversa, sembra sia più probabile essere colpiti da un fulmine che essere vittima di un attacco di squalo ma, a prescindere da questo, ad avere paura dovrebbero essere gli squali : ne sterminiamo più di 100 milioni ogni anno .

Se questo articolo fosse destinato a non subacquei descriverei l’atrocità dello shark finning, l’eleganza del nuoto degli squali, i numeri del mercato delle loro pinne , la bellezza e la potenza di questi pesci, le specie di squalo a rischio di estinzione, i danni all’ecosistema e tanto altro. Ma per i subacquei sono cose risapute che procurano indignazione e senso di impotenza. Ora qualcosa si può fare, ma la si può fare per poco tempo. E’ in atto una iniziativa per presentare una petizione alla Commissione Europea allo scopo di vietare il commercio di pinne di squalo. Sono necessarie un milione di firme da parte di cittadini dell’Unione Europea!

Negli anni sono diventato un po’ scettico difronte a questo tipo di iniziative, spesso sono dimenticate, assorbite da un muro di gomma , sopraffatte da interessi economici o politici. Ma questo non mi ha impedito di firmare nella speranza di dare inizio ad un cambiamento.

Raccogliere un milione di firme non è il punto di arrivo ma quello di partenza e la raccolta termina a fine gennaio, a questo link troverete tutte le info : www.stop-finning-eu.org/it/

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.